Nel 1984 l’associazione Pro Trevi propone hai tre terzieri di aprire ognuno una Taverna  per far degustare prodotti tipici della zona. La prima sede della taverna del castello è presso il palazzo Meloni, in via della Rocca, dove attualmente si trova il Ristorante la Propositura. Nel 1987 nasce il primo consiglio del terziere del castello formato da 21 consiglieri eletti ogni 2 anni e tra questi viene scelto il priore. Il primo priore del nostro terziere è stato Maggiolini Piergiovanni, a cui seguirono in ordine, Magrini Maercello, Cerquiglini Angelo, Dominici Patrizio, Baldoni Alberto e l’attuale priore Masciotti Cristian.

 

Del terziere fanno parte le balie di San Miliano, comprendendo quelle di San Miliano, Piaggia, Bovara, la Pigghie, villa di Pettino e castello di Bonasbarra.

 

Oltre all’attività di ristorazione della taverna va sviluppandosi la produzione di costumi per il corteo storico che con il passare del tempo diventa più ricco e maestoso.

Attualmente il terziere può contare su un’enorme quantitativo di costumi d’epoca  circa 200 nei quali si possono ammirare vestiti nobiliari e popolari. Nascono anche i Tamburini, gruppo di ragazzi che si preparano per inventare suoni e ritmi per vivacizzare e festeggiare il giorno del palio dei terzieri.

 

I Costumi si possono ammirare attraverso una vetrata situata all’ingresso della taverna.

 

Nel 1989 nascono le “scene di vita medievale” , una rievocazione storica dei mestieri e della vita trevana.

 

Nel 1993 il terziere cambia sede e si trasferisce presso palazzo Lucarini, dove tutt’ora opera .

 

Nel 2015 viene ristrutturata tutta la Taverna

 

 

I colori sociali del Terziere sono l’azzurro e il bianco. Il simbolo che campeggia sullo stendardo è il CASTELLO, 12 i pali vinti.